Perche la vita non ha senso se non la racconti a qualcuno…

Archivio per dicembre, 2007

Fine di un anno…Fine di un Incubo…

Prendendo spunto dal titolo dell’ultima fanzine cerchero di scrivere il post attuale…l’ultimo dell’anno e se ho dovuto scomodare uno come Dylan Dog che di mestiere fa l’indagatore dell’incubo vuol dire che c’e stato veramante da preoccuoarsi….che non fosse un annata favolosa quast’anno si era capito fin da subito…nemmeno trascorsi i primi 31 giorni di gennaio e gia erano aqccaduti fatti tragici…ci aveva lasciato cosi senza dire una parola per volare nel suo cielo una delle vecchie figure delal curva Nord…Roby Feccia se ne era andato cosi nella notte all’indomani di una partita casalinga in cui aveva tranquillamente trascorso il solito pomeriggio del post partita nei parcheggi come era solito fare…nememno il tempo di celebrare la scua scomparsa quaindici giorni dopo che era successo di peggio in giro per l’italia…il venerdi sera infatti in un match di campionato tra catania e palermo allo stadio Massimino si era consumata la tragedia…in circostanze ancora non del tutto chiare Filippo Raciti poliziotto in servizio allo stadio dopo un ricovero in ospedal era deceduto…e mentre le tv nazionali mostravano scene di guerriglia urbana fuori dallo stadio con i poliziotti schierati  non si sa bene a diìfendere chi o che cosa si decise per uno stop dei campionati…era la sera del 2 febbraio…era le sera che cambio tutte le cose…tutti indignati di fronte a cio che stava accadendo il governo capitanato dalla Melandri deisero per na svolta radicale…andavano calmate le folle che popendevano per la chiusura degli stadi e per lo stop alle partite ed ecco che sotto chissa quali strani fumi venen fuori la soluzione…ammodernizziamo gli stadi…l’italia era sicura di vincere la candidatura per gli europei 2012 e creazione dell’Osservatorio per le manifestazioni sportive…ma la cosa non bastava cosi divieti di trasferte negli stadi non a norma e divieto di portare all’interno degli satdi striscioni e bandiere se non dopo aver ricevuto il permesso via fax dalla questura locale…stessa procedura anche per le coreografie mentre vietatissimi le temibili torce…era il 1 aprile…le cose stavano cambiando…spaccatura all’interno degli stadi italiani con la corsa ai tornelli per metterli a norma e molte curve si spaccano…chi rinuncia  aseguire la propria squadra vista l’impossibilita di seguirla dietro al proprio striscione chi chede il permesso e va avanti via fax…chi va avanti senza il permesso e senza striscione e chi si fa fare lo striscione dalla societa e lo mette in bella mostra come se non fosse accaduto nulla…di giudicare le varie tifoserie non mi pare il caso…ogniuno vanti per la sua strada…a udine spaccatura tra chi rimane fuori ma segue in trasferta e chi entra quando gli pare e in trasferta pure….tutti non vedono l’ora che la situazione finisca ma non se ne verra fuori…l’italia perde pure  la candidatura per gli europei che vanno  a finire ad Ucraina e Polonia con la Melandri in lacrime alla cerimonia ma la colpa e’ solo dei fatti di Catania…nessuno si ricorda dello scandalo di Moggi e company…e’ bastata una vittoria dei mondiali per cancellare tutto…si conclude l’anno calcistico sotto la pioggia..ultima di campionato pochissimo spettatori presenti complici i deludenti risultati della squadra che nell’ultima trasferta riescie a perdere a cagliari per 2 a 1…poi arriva l’estate torneo alla grande per noi con la pecca del furto nella notte di un telone che ci costringera a montare e a smontare capannoni per tutta la prossima stagione…per me una super vacanza in croazia dove tra le altre cose penso bene di perdere il cellulare…e vabbe ritorno a casa ed e’ gia ora di campionato…la prima per me visto che l’udinese pensa bene di giocare dappertutto tranne che nei pressi delle mura amiche complice il problema dello stadio e dei benedetti tornelli che tardavano ad essere montati…squadra rinnovata nuovo mister dopo il traghettatore malesani arriva via catania Marino…volti nuovi in quai tutti i reparti dal nuovo portiere Handanovic sostituito nelle prime due partite da Chimenti , Inler a cantrocampo proveniente dalla svizzera e in attacco il duo Quagliarella e Floro Flores…subito alla prima colpaccio a Milano con un 1 a 1 strappato in extremis all’Inter campione d’Italia…poi alla seconda partita nell’esordio casalingo secca sconfitta per 5 a 0 contro il napoli…come nell’anno precedente anche quest’anno stessi problemi per chi vuole portare uno striscione allo stadio…e mentre nell’anno precedente si erano vietate le trasferte negli stadi non a norma…tant’e che a udine non si sono visti ospiti per quasi tutto il girone di ritorno quest’anno l’Osservatorio si sveglia e pensa bene di giudicare ogni match e di valutare la vendita o meno dei biglietti per gli ospiti…impedendo alla gente di andare in trasferta…a noi non viene vietato nulla…dopo una serie di vittorie contro lazio e juve il giorno della sfida decisiva in quel di firenze accede un fattaccio…sono le nove di mattina e un poliziotto credendo forse di trovarsi in un far west pensa bene di sparare da un grill all’altro di una delle autorstrade piu trafficate d’italia senza sapere realmente cosa fosse accaduto…stroncando cosi la vita di un ragazzo la cui unica colpa era quella di essere un tifoso…e coem al solito nessuno ha ancora pagato per questo fatto…la lega calcio decide che bastano 15 minuti per ricordarlo e decide di posticipare l’inizio delle partite di 15 minuti…la reazione dei tifosi e’ quasi unanime…tutti propendono per la sospensione del campionato con le buone o con el cattive come fato nemmeno un anno prima nella vicenda di catania…scene di guerriglia a roma dove vengono assaltate diverse caserme…tutti a mostrare indignati i tifosi violenti e coem al solito nessuno a chiedersi la motivazione di una tale reazione…poi col senno di poi molti a dire che la cosa piu logica sarebbe stata quella di sospendersi…ma lo show deve continuare e  la farsa va avanti la domenica successiva quando complice uno sciopero per la serie B causa mancati accordi per i diritti tv viene inscenato lo stop dei campionti a causa delle violenze scoppiate…era l’11 novembre…e tutti noi chiediamo ancora giustizia….poche settimane dopo festeggio anche le mie 50 trasferte peronali al seguito delle zebrette..siamo di scena a roma e perdiamo 2 a 1 …poi inizia dicembre e le feste natalizie…oggi ultimo giorno dell’anno saro di scena dai gemellati a Malo…quindi BUON ANNO A TUTTI!!!…e come ultimo pensiero accendete un cero (da notare la rima…)e celebrate la morte di questo 2007 perche il 2008 sara l’anno della svolta….
1 GENNAIO 2007
31 DICEMBRE 2007
R.I.P.

1 GENNAIO 2008
Io risorgero’ il mio corpo vedra il Salvator…


Bon Nadal


14/12/2007

Uno in piu…


11/11/2007 11/12/2007

E’ passato un mese dal quel fattaccio e in molti se ne sono dimenticati…

dal sito dei “boysparma1977”

Sabato 24 novembre durante Frosinone-Grosseto di Serie B, Felice Evacuo (attaccante della squadra gialloblù) ha dedicato un suo gol a Gabriele Sandri (il tifoso laziale ucciso da un agente di Polizia) di cui era amico.
Evacuo, dopo il gol, ha mostrato una maglietta sotto la casacca ufficiale, con un’immagine di Gabriele e il testo dello sms che il ragazzo aveva inviato al giocatore laziale De Silvestri prima d’essere ammazzato: “Ho appena finito di suonare… Ed ora come al solito in partenza… Per portarvi fino alla vittoria. Sempre con voi”.

L’esultanza della lazio dopo il goal al parma…


Tutto quello che vi site persi…nel web…

Un paio di notizie curiose…
Storia ideale per nuovo spot della Lacoste…Poncho libero!


Un topo d’auto nelle fauci dell’alligatore. E’ l’incredibile storia venuta dalla Florida. Questi i dettagli. La polizia di Miccosukee riceve una chiamata per un possibile furto su una vettura nel parcheggio di un casinò. Interviene una pattuglia che sorprende due uomini. Il primo si arrende, il secondo invece scappa. Dopo qualche metro si tuffa in un laghetto poco distante malgrado ci siano dei cartelli che avvertono della presenza di alligatori. L’uomo contina a nuotare malgrado da terra lo invitino a tornare indietro.
PONCHO – Il ladro non sente o pensa che sia un trucco, ma dopo poche bracciate è preda al terrore. Si è accorto del coccodrillo, l’animale sta puntando su di lui. Il malcapitato lancia urla disperate verso gli agenti, poi scompare. Più tardi la polizia ha recuperato il cadavere dell’uomo: sulla testa dell’uomo c’erano ferite compatibili con quelle lasciate dalle potenti mascelle dell’animale. Con l’aiuto di esperti, gli agenti hanno anche catturato l’alligatore. Si chiama “Poncho” ed era l’attrazione del laghetto. Ora saranno condotti accertamenti per scoprire se davvero è “Poncho” il responsabile dell’atroce fine del ladro. Secondo la legge della Florida gli animali protagonisti di attacchi devono essere uccisi.


Furto di Guinness
Si è introdotto nello storico birrificio di St James’s Gate a Dublino alla guida di un autocarro e ne è uscito con 40mila pinte di birra e stout. E’ il furto senza precedenti perpetrato ai danni della ‘casa della Guinness’ da un ignoto ladro, che ha eluso la sicurezza della fabbrica e ha attaccato al proprio camion un rimorchio carico di 450 barili, dal valore complessivo di 69mila euro. L’incursione, ironia della sorte, è avvenuta in corrispondenza con il lancio di un drastico controllo del traffico che vedrà impegnati durante il periodo natalizio 160 agenti, con l’obiettivo di prevenire violazioni come la guida in stato di ebbrezza. Il ladro in questione, già soprannominato in Irlanda ‘The Beer Hunter’, ossia ‘Il cacciatore di birra’, non ha avuto problemi a scomparire nel nulla sotto il naso delle guardie di sicurezza e lungo la strada all’uscita dal birrificio sulla banchina Victoria, lungo il fiume Liffey. La partita di merce rubata comprende 360 barili di Guinness e Budweiser e 90 contenitori di Carlsberg. “L’azienda non è mai stata vittima di una simile violazione della sicurezza prima d’ora e stiamo prendendo la cosa in maniera estremamente seria”, ha commentato Grainne Mackin, portavoce della Guinness che fa parte della multinazionale Diageo. “Stiamo esaminando tutte le registrazioni delle telecamere a circuito chiuso della fabbrica, e la polizia irlandese sta anche passando al setaccio il materiale video delle telecamere nella zona delle banchine. La merce rubata è di valore significativo. C’é un via vai di un numero maggiore di rimorchi visto che stiamo arrivando al Natale. Cosa mai potrebbero volere con tutta quella birra?”. Il furto aggiunge un’ulteriore preoccupazione all’azienda in un momento non molto propizio. La Diageo ha infatti ordinato una revisione delle operazioni all’interno di St James’s Gate dopo che la predilezione dei moderni consumatori nei confronti di birre meno forti della tradizionale stout ha provocato il progressivo declino delle vendite di Guinness.


chi non aveva una Suor MARIA???tutti penso…
Coltivavano marijuana in convento Grecia, suore scoperte dalla polizia
Le suore spesso hanno il pollice verde, ma a volte la passione può superare i confini della legalità. Come in un convento di anziane suore ortodosse dove la polizia greca ha scoperto che nel giardino all’interno dell’edificio crescevano rigogliose più di 30 piante di canapa indiana dalle cui infiorescenze essiccate si produce la marijuana. L’insolita scoperta è avvenuta in un piccolo monastero nel villaggio di Filiro, nei pressi di Salonicco.
Gli agenti sono stati allertati da una “soffiata” anonima. Le monache hanno riferito alla polizia che le piante, che loro ritenevano essere esclusivamente decorative, sono state piantate nel loro giardino da due uomini che si erano offerti di lavorare gratuitamente come giardinieri per abbellire il cortile del convento.
La polizia sta ora dando la caccia ai due sconosciuti.


Vigilantes tentano di entrare a Montecitorio
sfondate transenne, la polizia li blocca
ROMA – Tensione a Montecitorio. Un gruppo di metronotte dell’Urbe che manifestavano dalle 9 di stamane, ha tentato di irrompere alla Camera. I vigilantes, circa quattrocento, hanno rotto le transenne ma sono stati bloccati da un cordone di polizia.
Gli animi si sono accesi quando all’improvviso si è udita un forte esplosione, forse causata da un grosso petardo. Mentre ancora il cordone di poliziotti si stava sistemando a protezione del palazzo della Camera, decine di manifestanti hanno passato le transenne e si sono diretti di corsa verso l’ingresso principale di Montecitorio, urlando “Ente siamo ed ente resteremo”. A stento sono stati frenati da poliziotti in divisa e in borghese.
Urla, slogan, facce inferocite, insulti all’indirizzo del governo e di Romano Prodi e del Parlamento e la corsa verso il palazzo, hanno lasciato interdetti per qualche istante gli assistenti parlamentari di servizio al portone principale. “Chiudiamo?”, si sono chiesti frenetici. Ma poi il portone è rimasto aperto. Durante la protesta uno dei manifestanti si è sentito male. La guardia giurata è stata portata via da un’ambulanza.
La manifestazione, organizzata dai sindacati autonomi, nasce dalla protesta dei metronotte dell’Urbe contro l’ipotesi di staccare l’istituto di vigilanza dall’Associazione nazionale di combattenti e reduci di cui sono una diretta emanazione per metterla sul mercato. I dipendenti vedono così a rischio il loro posto di lavoro. “Ci sono persone che non riescono a pagare il mutuo, sono disperate perché da circa tre mesi percepiscono uno stipendio al 60% – ha detto il segretario nazionale Sinalv Cisal Renato Sartori – siamo passati da una situazione di tranquillità ad una di precarietà”.
avranno accusato di terrorismo pure loro???non sono mica ultras…risposta ovvia…per tutto il resto alla fine del weekend credo…dipende tutto dalla cena di stasera…


Derby

Bellissima coreografia per il derby di Bologna tra le due squadre di basket…particolare anche il tema..sul tema de”Il pranzo e’ servito….”
La Coreografia: Un Anno di Secondi… PER UNA CURVA DA SEMPRE ALLA FRUTTA

MACEDONIA???
per quelli di roma poco da spiegare…per gli altri non resta che tentare di capirla…presto tutti gli aggiornamenti…


Tutto quello che vi site persi…

Ripartiamo da dove ci eravamo fermati…Doppia trasferta in casa bianconera e doppio viaggio in terra toscana la prima trasferta ci vede di scena a livorno…partenza di buon mattino e dopo aver caricato gli altri ragazzi ci mettiamo on the road…il viaggio scorre tranquillo senza nessun evento particolare e gia all’una e mezza siamo fuori dall’Armando Picchi che un po come il nostro stadio a quell’ora appare deserto…temporeggiamo un po di tempo fuori lo stadio poi un po alla volta entriamo…
appendiamo i nostri striscioni e mentre i giocatori si scaldano attendiamo l’inizio della partita…sugli spalti saremo in non piu di sessanta persone il nostro pullman a nome di tutta la curva e alcuni con mezzo proprio tra cui i soliti Svizzeri e Torino…i giocatori entrano in campo e noi inizamo a tifare…la partrita in campo non si scalda e nemmeno sugli spalti il tifo cresce…i livornesi il primo tempo sembrano in silenzio poi nel secondo tempo cercano di farsi sentire ma la mancanza di megafoni rende difficile tifare o cercare di farsi capire in una curva cosi larga…e sembra che riescano a  coinvolgere solo una piccola parte del settore…come noi non scendono a patti con nessuno e non espongono nessuno striscione…anche se a dire la verita dallo scoglimento delle BAL non ne era stato piu esposto nessuno se non quelli di solidarieta verso i diffidati…dalla parte oposta del gruppetto dei Compagni Livornesi ,gruppo che cercava di creare un po di colore nel settore attiguo al settore ospiti, non c’e piu nessuna traccia la partita va via via calando senza nessuno spunto di rilievo…al fischio finale i giocatori passano sotto il settore…alcuni lanciano qualche magliae lentamente usciamo dallo stadio…viaggio di ritorno tranquillo con molto traffico causa rientro vacanziero qualcuno piuttosto lanciato cerca di spingere severino al sorpasso di qualche pullman rivale ma il nostro prode autista non pare assecondarlo.Arrivo a casa attorno all’una di notte.


Una settimana dopo siamo di nuovo in viaggio per la toscana detinazione Firenze il pullman e’ pieno zeppo e addirittura ci si permette di non accettare piu richieste…una volta tanto non tocca pagare per gli assenti…partenza di buon mattino raccogliamo gli altri membri del pullamn tra cui i ragazzi di tolmezzo..se no poi si lamantano che non li cito mai…e il viaggio inizia a scorrere tra le solite soste dovute anche ad un elevata quantita di alcool e di varieta di bevande alcoliche …poi mentre siamo dalle parti di bologna il clima euforico improvvisamente si spegne…giungono le prime notizie frammentarie sui tragici avvenimenti accaduti a pochi chilometri da Arezzo…quando le notizie si fanno man mano piu chiare sale la rabbia per la decisione della Lega di ritardare le partite di una quindicina di minuti…arriviamo nei pressi dello stadio e si decide con gli altri ragazzi della Nord di entrare nel settore senza nessuno striscione e nessuna bandiera e di non sostenere la squadra ma gli unici cori che sarebbero partiti sarebbero stati per mostrare il nostro disappunto verso i fatti accaduti a pochi km da noi…la voglia di rimanere fuori e’ tanta e cosi cerco di entrare il piu tardi possibile tra una scusa e l’altra…tempo anche per fare una foto decisamante in tema con la giornata odierna…


al check in i solerti steward dell’impianto si impuntano che le cinture non possano entrare mentre non si accorgono delle birre portate dentro…contenti loro…i nostri avversari espongono gli striscioni come se nulla fosse accaduto…anzi fischiano ripetutamente i nostri cori..poi finalamente sul finire del primo tempo anche loro gradatamante levano i loro drappelli…che dire…noi come al solito nessun permesso loro pare si fossero incontrati prima del match con la delegazione della digos locale e abbiano discusso per tifare comunque per la squadra ma non sta a me giudicare la loro curva visto che la nostra naviga in situazioni peggiori…fatto sta che pare che per il gesto di tifare comunque e non levare gli striscioni non fossero i benvenuti al funerale di Gabriele …errore doppio sia da parte fiorentina nell’esporli..e da parte laziale…il funerale era un momento che doveva unire tutte le tifoserie di tutti i colori..tutti insieme per ricordare Gabriele…tornando a noi il coro migliore della partita il “Perfavore non ci sparate…”…l’udinese passa in vantaggio …qualche battibecco in settore perche pare che i club avessero improvvisamente voglia di tifare…alla seconda presenza quest’anno si permettono di tifare quando poi quando c’e bisogno sono i primi a mugugnare…la fiorentina poi pareggia e le squadre scendono negli spogliatoi…secondo tempo silenzioso nel settore mentre l’udinese passa in vantaggio…la fiorentina cerca il pareggio ma il risultato rimane invariato…finisce la partita coni giocatori che passano a salutare i presenti e si levano i nostri cori di incitamento alla squadra poi un po alla volta defluiamo verso i pullman…viaggio di ritorno tranquillo con solita sosta nei pressi degli appennini …mentre sostiamo sulle tva pagamento iniziano i primi processi agli ultras…si parte da seedorf che si era rifiutato di indossare la fascia nera di lutto fino agli episodi di bergamo e a quello che stava accadendo a roma …nessuno a chiedersi se forse era il caso di sospendere tutte le partite per una domenica…ma se no loro di cosa avrebbero dovuto paralare???mentre i loro teatrini televisivi proseguivano noi facevamo ritorno verso casa dove arriveremo attorno a mezzanotte e mezza…non tutti si ricorderanno di scendere alla loro fermata…qualcuno eveidentemente troppo carico continua a dormire e se non fosse stato svegliato molto probabilmente nemmeno all’ultima sosta sarebbe sceso…forse al capolinea si sarebbe accorto…
Due settimane dopo partita casalinga ..si ritorna tra le mura domestiche per il match contro il siena…la curva opta per lo sciopero del tifo…fuori dai cancelli campeggia uno striscione
“Oggi il nostro silenzio vale piu di 1000 parole…” domenica di silenzio quindi per il settore che chiede giustizia per la morte di Gabriele…da siena giungono meno di un centinaio di persone…evidentemente il gemellaggio di cui i club si fanno tanto vanto non ha grande rilevanza in terra senese…i club si rendono invece protagonisti per l’ennesima volta in negativo non rispettando la decisione della curva…quando invece da parte nostra si e’ sempre cercato di assecondarli…cercano di farsi sentire piu volte durante la partita aizzando i bambini fatti entrare gratis in tribuna dall’udinese calcio…alla fine la partita verra spuntata dai bianconeri di casa… al fischio finale ci facciamo sentire anche noi quando salutiamo la squadra per l’ottima prestazione conseguita…nel post partita dopo un’abbondante bevuta si opta per un salto al carnera dove e’ di scena la snaidero…qui invece tifo tutta la partita…nessuno sciopero…dal capoluogo lombardo poche unita presenti…la snaidero rimane sotto tutta la partita poi nel finale riescie a pareggiare ma all’ultimo secondo perde il canestro decisivo e nel capovolgimento di fronte subisce il ko sulla sirena…da segnalare la presenza di uno svizzero presente a tutti i due i match dopo i quali se ne ritorna tranquillo nel suo paese…manco fossero 50km di distanza…fossero tutti come lui stadio esaurito ogni domenica…
domenica scorsa trasferta a Roma sponda giallorossa…la curva sud e’ in sciopero e invita i suoi occupanti a seguire la partita al circo Massimo lasciando vuoti i gradoni dello stadio…
ritrovo molto presto domenica mattina…gia alle 5 e mezza siamo operativi…anche per questa domenica un solo pullman a rappresentare l’intera curva nord nonostante gli ottimi risultati e la buona presenza in classifica…nemmeno il rimo posto riuscira a smuovere
la gente…doo aver recuperato gli altri ragazzi partiamo in direzione della capitale…che non sia la giornata di severino lo si capisce fin dalle prime soste…manca completamente un uscita e quando se ne accorge e’ ormai troppo tardi…tenta ivano una retromarcia in autostrada ma arrivano subito a stopparlo…per fortuna il caimano riescie a strappare un passaggio e alla barriera e’ con noi…solita festa sul pullman nuova bevanda a far da cornice la vitasnella pesca arancio e una bottiglia di montenegro per festeggiare le 50 trasferte di qualcuno a caso danno il loro contributo…fatto sta che l’alcool sale e i km che ci separano a roma diminuiscono …arrivo al casello e solita perquisa sui pullman e via verso lo stadio con un fantastico anticipo…ma pochi km dopo essere ripartiti la corriera si ferma e compare sul corridoio il prode autista vestito da meccanico pronto a riparare il mezzo…un guasto al cambio …non so quanto tempo sia passato fatto sta che verso le tre e venti arriva il momento di entrare allo stadio…arrivo al check in e non c’e ombra del biglietto…riusciamo a entrare prima con un biglietto non mio alla faccia delle nuove leggi poi addirittura colui che era entrato con il mio entra senza?!?incredibile…entro e la partita e’ ormai decisa…e io che pensavo che fossimo 0 a 0…la curva di casa presenta i vuoti nella parte bassa e nella parte e attorno al centro …noi cerchiamo di tifare riuscendo a cantare per buona parte del match…sul campo ennesime espulsioni..2 questa volta…lasciano i 9 mercenari in campo alla ricerca di un pareggio che non arrivera…a fine partita alcuni giocatori passano a salutare sotto il settore…noi lentamante ci prepariamo ed usciamo… partiamo da roma con il pullman ancora danneggiato il problema al cambio persite ma riusciamo ad arrivare in autostrada…sosta obbligata a badia al pino…
ci raccogliamo attorno al totem di sciarpe per ricordare anche noi Gabriele…riescie ancora piu difficile capire guardano il lato opposto come possa un poliziotto sparare da quella distanza e sorge il dubbio su chissa cosa sperasse di fare da quella distanza…riprendiamo la marcia verso casa dove dopo alcune soste si arrivera non prima delle 3 e mezza…sul finale ennesimo errrore dell’autista quando a pochi km dall’arrivo sbaglia uscita e pensa bene di girarsi nel piazzale della base militare…chissa cosa avranno pensato i militari all’interno quando avranno visto un pullman puntare verso il loro cancello alle 3 di notte…


noi a roma …fonte asromaultras
e visto che non so stare senza calcio mercoledi sono finito a codroipo a seguire la squadra della mia citta …il Pordenone giocava infatti la coppa italia con il sevegliano…partita conclusasi ai rigori…presenti i ragazzi del settore est della curva neroverde…buon tifo nel cimitero dello stadio …bei cori…tutti molto gentili…bien bien bien..peccato per il risultato finale se no ci sarebbe stata un’altra occasione per vederli all’opera…vedremo in campionato…