Perche la vita non ha senso se non la racconti a qualcuno…

Non Tesserato Non Omologato

La tessera del tifoso continua a fare discutere se prima i vari Lippi Zamparini e compagnia bella si erano detti contrari lentamente gli e’ stata fatta cambiare opinione e anche loro si sono ora assogiettati al pensiero del leghista questo weekend nonostante la sosta dalle nazionali e’ stato caratterizzato da alcune manifestazioni riguardanti la tanto agoniata tessera del tifoso…Sabato scorso circa 130 tifoserie si sono ritrovate a roma per un’incontro dove discutere tutti assieme sulla tessera del tifoso per cercare di trovare insieme un programma comune di protesta collettiva…ecco il comunicato dell’incontro…

I tifosi che si sono riuniti oggi a Roma ribadiscono la contrarietà a una “tessera del tifoso” imposta da Ministero degli Interni alle società calcistiche e, in particola modo, ai presupposto in base ai quali la tessera viene rilasciata.L’art9. della Legge 41/2007 (Legge Amato) dispone in modo inequivocabile che chiunque abbia subito un daspo o una condanna di primo grado per reati da stadio, in qualunque epoca, non possa ottenere titoli di accesso agli stadi:

oggi la tessera del tifoso, domani gli stessi biglietti di ingresso

Si è istituita per legge una implicita diffida a vita: qualunque cittadino, scontata la pena, può essere riabilitato e persino sedere in Parlamento, il tifoso che sconta la sua pena o la sua diffida, no.

La questione riguarda tutti i tifosi di calcio: si pensi che oggi si può essere diffidati anche per uno striscione ironico non autorizzato o per non essersi seduti al proprio posto…!

È la costituzione – e non gli ultras che oggi ad essa danno voce – che chiede che l’art.9 venga modificato nel senso di limitare l’efficacia del divieto ai soli daspo in corso.

Le “interpretazioni” ministeriali parzialmente benevole di un articolo assolutamente chiaro, come quella dell’O.N.M.S. del 17 agosto 2009, non rassicurano nessuno: un qualunque futuro ministro o anche quello oggi in carica potrebbe pensarla diversamente nel giro di ventiquattro ore.

Del resto una direttiva non può modificare una legge, ma solo interpretarla là dove non sia chiara: nel caso in esame l’art. 9 è limpido ed inequivocabile.

Già alcuni questori non stanno concedendo il nulla osta per il rilascio della tessera del tifoso in questione persino a soggetti neppure diffidati ma arrestati e assolti in un processo “da stadio” e questo ci costringe a insistere nella protesta, non essendo disposti a tollerare che la legge venga applicata diversamente da questura a questura:qualunque questore può disapplicare – e ragione – una direttiva o una circolare illegittima.

Per le stesse ragioni, è anche necessario modificare l’art. 9 per quanto riguarda coloro che sono stati condannati in passato per reati a da stadio: al di là delle direttive ministeriali, la norma in questione non prevede che ciò avvenga solo per i condannati negli ultimi 5 anni e neppure prevede che un soggetto, pur condannato anche solo in primo grado – con una buona pace del principio di innocenza che però vale per i ministri e deputati – possa comunque ottenerla se per lo stesso fatto ha già scontato la diffida.

Con la norma attuale, chi ha già scontato una diffida per un determinato fatto, non necessariamente violento, corre il rischio di vedersi impedito a vista il rilascio del titolo di accesso una che lo stesso verrà condannato dal giudice di pace di primo grado per il medesimo episodio.

Anche questo è ingiusto.

Per finire, si era detto che le disposizioni che limitavano l’esposizione di striscioni, bandiere,, megafoni, tamburi ed altri strumenti di tifo erano provvisorie, perché emergenziali: ora che l’emergenza è finita, è necessario rivedere le limitazioni che penalizzano il coloro e l’atmosfera negli stadi, così come occorre una seria rivisitazione dei prezzi dei biglietti – esorbitanti per stadi fatiscenti -, delle contorte modalità di vendita che ne impediscono l’acquisto direttamente all’impianto sportivo e delle sempre più anacronistiche limitazioni geografiche di recente imposte dai prefetti su suggerimento di osservatori e comitati di analisi.

Oggi questa tessera, domani quale tessera?

Roma, 5 settembre 2009

NO ALLA TESSERA DEL TIFOSO

Si e’ deciso quindi per una manifestazione comune probabilemnte nella capitale tutti uniti  dietro un’unico striscione contro la tessera e per una serie di manifestazioni “locali” quali sospensioni del tifo e oltre a conferenze di contoinformazione  organizzate nelle citta di appatenenza . Lunedi veniva inoltre presentata ufficialmente la tessera del tifoso per la nazionale il nuovo strumento senza il quale non sapa piu possibile accedere alle partite degli azzurri…il buon abete si e’ fatto ben fotografare con la card in mano e si e’ ostinato a ribadire che la tessera non sara’ un ennesima schedatura ma bensi un’opportunita per seguire la squadra del cuore nonostante i divieti del vari CAMSSASASNSANSBA ,,,fuori dal palazzo dove si e’ svolta questa buffonata si e’ svolta una contromanifestazione da parte dei tifosi granata e juventini per una volta uniti contro questo dramma comune…striscioni e cori contro questa ennesima trovata del ministro leghista

la nuova tessera non e’ ancora entrata in vigore ma a roma gia si notano i suoi possibile effetti…se la prefettura romana dichiara prima che dall’inizio del nuovo anno all’olimpico si accedera solo con la fantomatica tessera per poi smentire dicendo che vale solo per il settore ospiti…e allora uno si chiede ma che stai a di??? ma serviva ribadirlo???ma non si sapeva gia???ma non lo si dice da meta agosto ormai???mah..la trasferta giallorossa a siena prevista per domenica era invece stata bloccata dal fantomatica CASASGASAFSGSA ma dopo alcune pressioni da parte della societa Rossella Sensi in primis misteriosamante ie’ stata sbloccata e i tifosi potranno seguire la propria squadra ma non senza alcuni compromessi…innanzitutto la trasferta sara seguita passo passo da steward della roma , mi pare che anche nelle trasferte dei tedeschi avvenga qualcosa di simile con una sorta di steward mandati dalla societa ma la novita sta nell’organizzazione della trasferta…10 euro il biglietto del bus e voglio proprio vedere da dove partiranno i circa trenta bus che stile gita parrocchiale trasporteranno i tifosi ma la parte che pou colpisce e ‘ quella riguardante il biglietto che sara concesso tramite una SCHEDATURA da parte della questura che sara quindi libera di CONCEDERE o meno il bigliettp…al modico prezzo di € 26,50 un prezzo da famiglie allo stadio..i bigliettio saranno in vendita solo in alcune biglietterie preventivamente autorizzate dalla questura…i tifosi della sud hanno invitato i propri fedelissimi a boicottare questa inutile trasferta…NO ALL’ULTRAS OMOLOGATO NO ALL’ULTRAS DI STATO…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...