Perche la vita non ha senso se non la racconti a qualcuno…

11/11/2007 11/11/2011

Targa in memoria di Sandri.
Folla di tifosi all’Autogrill di Badia al Pino.

Erano oltre duecento tifosi e cittadini che oggi si erano dati appuntamento nell’area di servizio dove l’11 novembre 2007 perse la vita Gabriele Sandri per un colpo esploso dalla pistola dell’agente di polizia Luigi Spaccarotella.

Duecento tifosi in rappresentanza di varie società sportive. Lazio, Milan, Inter, Juventus, Arezzo, Bari, Venezia, Carrarese, Cremonese ed Ancona per citarne alcune. Tutti in rigoroso silenzio durante il discorso del padre di Gabriele, Giorgio, e del fratello di Gabbo, Cristiano Sandri. “È il popolo di Gabbo”, ha affermato Giorgio Sandri ai giornalisti, parlando dei tanti tifosi presenti nell’area di servizio. “Durante questi quattro anni non è mai venuto meno il loro apporto – ha proseguito il padre di Gabreiele Sandri. Senza di loro non avremmo potuto fare nulla. Troppo spesso questi ragazzi, questi tifosi, vengono infangati da persone che non hanno capito il loro vero valore”. Emozionato, con la voce rotta dal pianto, Cristiano Sandri che ha letto un breve discorso per ricordare il fratello. “Essere qui è emozionante – ha confessato Giorgio Sandri parlando ai tifosi. Vi confesso di essere tifoso: tifoso di voi italiani che tanto vi siete dati da fare per ricordare un ragazzo come voi. Oggi Gabriele è qui con noi e nessuno potrà mai separarci da lui”. Un lungo applauso ha poi accompagnato il padre di Gabbo, assieme alla madre e al fratello, fino al momento in cui è stata scoperta la stele. Prima però c’è stato modo di sentire le parole dell’onorevole del PD Walter Verini e dell’onorevole del PDL Paola Frassinetti che hanno sottolineato l’impegno bipartisan per onorare la memoria di Gabriele.

Nel giorno del ricordo non c’è stato spazio per cori contro le forze dell’ordine, ma solo commozione. Alcuni rappresentanti delle varie tifoserie presenti hanno poi lasciato accanto alla stele le rispettive sciarpe, mentre tutti gli altri sono sfilati toccando il monumento in memoria di Gabriele.

arezzonotizie.it

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...