Perche la vita non ha senso se non la racconti a qualcuno…

Fuori La Verità

Non confermato l’arresto
del tifoso genoano ferito

Il giovane fermato in stato di ebbrezza prima di Inter-Genoa di coppa Italia e finito in ospedale
dopo una collutazione con gli agenti di polizia è libero. La versione accusatoria è inconguente

Non è stato convalidato l’arresto di Massimo Moro, il tifoso genoano ricoverato al Policlinico di Milano dopo essere stato fermato giovedì scorso dalla polizia prima della partita Inter – Genoa. Lo ha deciso il gip di Milano Gianfranco Criscione, che questa mattina ha interrogato in ospedale il paziente accusato di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni.

Il giudice avrebbe evidenziato alcune incongruenze nell’impianto accusatorio, e ha disposto la scarcerazione ritenendo “non irragionevole” la versione dei fatti fornita dall’uomo. Moro, quindi, una volta dimesso dall’ospedale tornerà in libertà.

A quanto si apprende Moro stamani ha reso al giudice, durante l’interrogatorio nella stanza del Policlinico dove è ricoverato, un racconto abbastanza dettagliato di quanto sarebbe successo giovedì sera. L’uomo, che era partito da Genova in pullman assieme a un gruppo di amici per assistere alla partita, era sotto effetto dell’alcol quando è stato fermato dalla polizia davanti allo stadio Meazza di Milano. Secondo la sua versione gli agenti avrebbero cercato di farlo “inginocchiare” assieme ad altri cinque tifosi.

“Massimo ha raccontato di essersi opposto e che, per questo, gli agenti lo hanno portato nel posto di polizia, strappandogli la sciarpa”, ha riferito il suo legale, Riccardo Lamonaca.
“A quel punto di fronte all’atteggiamento minaccioso dei tre agenti si è spaventato e ha cercato di fuggire – ha continuato – è caduto e ha battuto la testa, forse a causa di uno sgambetto”.

Moro quindi sarebbe svenuto, ingerendo il proprio vomito che ha rischiato di farlo soffocare e ha provocato una seria infiammazione ai polmoni. Poi il ricovero in gravi condizioni nel reparto di Neuro-rianimazione del Policlinico, dove presto è stato dichiarato fuori pericolo.

@repubblica.it

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...