Perche la vita non ha senso se non la racconti a qualcuno…

Campionato Nel Caos

Campionato nel caos,
ora basta: BERETTA VATTENE!

Il n°1 della Lega di A, dimissionario dal marzo 2011 e con doppio stipendio, lavora in Unicredit ma saldamente incollato alla poltrona della Lega, commentando il turno infrasettimanale al gelo ci ha propinato l’ennesima serie di bugie.
La prima clamorosa: (Ansa) “D’altra parte noi siamo convinti che la sicurezza di spettatori e giocatori sia il punto di riferimento”. Qui viene difficile commentare, se c’è realmente qualcuno a cui non interessa niente dei tifosi questo è proprio Beretta, quando si parla di stadi vuoti, lui risponde con gli ascolti televisivi del calcio. Rispetto zero, interesse a riportare i tifosi allo stadio zero, mentre la Lega di A si ingegna a penalizzare in tutti i modi i tifosi abbonati e non, con orari assurdi, spezzatini vari. Qualcuno potrebbe obiettare che sono le PAY-TV a decidere gli orari ma è la Lega ad avergli svenduto una passione di PROPRIETA’ DEI TIFOSI.
Il N°1 prosegue poi: (ANSA) “Il calendario è praticamente obbligato, gli impegni internazionali e le competizioni nazionali le conosciamo tutti: non ci possiamo stupire oggi”. Vero, e probabilmente le gare di questo turno che salteranno, verranno recuperate quando si gioca la Champions alle 18.00…. Ma la Serie A sempre più mediocre perchè rimane a 20 squadre? Nel cassetto della Lega da anni vi è il progetto di tornare a 18 club, la chiave del cassetto è andata persa e non se ne parla più, del resto lo stesso Petrucci ha detto che Beretta e soci sanno parlare solo ed esclusivamente dei soldi delle tv. E il presidente del CONI ha ragione da vendere, il resto per la Lega non conta.
Sono già state rinviate tre gare, a rischio ci sono le partite di Novara e Udine, mentre nonostante la neve e i – 4° previsti si gioca a Milano probabilmente per “tutelare” l’Inter perchè trovare una data per rigiocare sarebbe quasi impossibile per una squadra impegnata in Champions, con buona pace dei tifosi, che Beretta dice di voler tutelare, ci sarebbe da ridere se la situazione non fosse gravissima.
E il prossimo turno propone altre partite a rischio, a Torino e a Milano sono previsti -10°, Galliani ha già chiesto il rinvio di Milan-Napoli in programma domenica 5 febbraio alle 20.45, come direbbe Behrami…scienziati! Se altre gare dovessero saltare il campionato finirebbe definitivamente nel caos perchè non ci sono date libere per i recuperi…
Il calcio deve tornare ad ascoltare i tifosi e soprattutto deve allontanarsi dalle Tv a costo di essere meno competitivo. Solo in Italia le Tv hanno il controllo totale del calcio, solo in Italia abbiamo dirigenti così incapaci e soprattutto o sempre gli stessi o in conflitto di interessi, di seguito i nomi che hanno contribuito ad uccidere il calcio, iniziando da quel Matarrese giustamente combattuto a Firenze.

La Lega dal 1982 ad oggi ha avuto i seguenti presidenti:
1982-1987 Antonio Matarrese
1987-1996 Luciano Nizzola
1997-2001 Franco Carraro
2002-2006 Adriano Galliani
2006-2009 Antonio Matarrese
2009 Giancarlo Abete (commissario straordinario)
2009-2010 Maurizio Beretta
Per Carraro va ricordato che oltre ad essere uno dei seri candidati alla successione di Beretta, il “poltronissimo” era già stato presidente dal 1973 al 1976 e commissario straordinario della stessa nella stagione 1977-1978. Il calcio italiano rischia di ritrovarsi con lo stesso presidente 40 anni dopo la sua “prima volta”…..

@dodicesimouomo.net

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...