Perche la vita non ha senso se non la racconti a qualcuno…

Vincitore per un black out

Centra un jackpot da mezzo milione, ma
la Snai non paga: «Errore per un black-out»

Altre vincite in tutta Italia, ad Ostia due “colpi” per oltre dieci
milioni, ma la società indaga. Si teme un attacco di hacker

VERONA – Ha presentato una denuncia per truffa Giorgio Reggiani, un fotografo in pensione che sostiene di avere centrato un jackpot da 485mila euro in un punto Snai di Verona. Ma altri casi analoghi si sono registrati in varie parti d’Italia con vincite ancora più elevate.
La presunta giocata vincente risale a ieri: «Io ho il vizio del gioco – spiega Reggiani – però mentre ero alla slot machine ho sentito suonare tutto e le luci accendersi, poi ho visto la cifra del jackpot e ho capito che non era uno scherzo». Ma la gioia è durata poco: «Subito dopo sullo schermo è apparsa la scritta “tentativo di riconnessione”. Allora ho avvisato la responsabile della sala scommesse che ha detto che si trattava di un errore per colpa di un black-out». Nessuna vincita «ma il jackpot risulta ed ho anche un testimone» replica Reggiani, che ha allertato carabinieri e guardia di finanza.

«Per me – conclude – quella è solo una scusa, mi sento imbrogliato e pretendo giustizia». Dal Punto Snai di Verona non commentano: il “giallo” dei jackpot potrebbe avere strascichi giudiziari. Nel pomeriggio di ieri intorno alle 15,35, si sono verificate vincite clamorose in varie località e la società di scommesse avrebbe avviato verifiche su possibili anomalie. Sul sito della Snai non compaiono comunicati, ma stando alle indiscrezioni il sistema di controllo delle videolottery sarebbe stato attaccato dagli hacker che avrebbero determinato vincite casuali.

La vincita milionaria. Tra le località interessate al fenomeno Ostia, Fermo e Macerata. Il “buco” nel sistema sarebbe durato pochi minuti, poi tutto è tornato alla normalità. A Ostia in quei minuti la dea bendata ha baciato un giocatore impegnato davanti ai terminali dell’agenzia di piazza Baroni. Improvvisamente, dopo aver inserito una banconota da 10 euro, si è aperta la tendina elettronica per annunciare la incredibile vincita di 9,5 milioni di euro.
L’uomo, un 40enne fruttivendolo, padre di tre figli, ha esultato arrivando a regalare le chiavi dello scooter ad un amico. Ieri mattina, ancora ignaro, ha incaricato un notaio di riscuotere la vincita per suo conto.

La delusione e la carta bollata. nformato della possibile contestazione circa la regolarità del concorso, ha annunciato che farà valere il suo diritto per via giudiziaria. Un caso analogo è in discussione in tribunale a Firenze per il ricorso di un toscano che a ottobre aveva vinto 13,4 milioni, somma che la Snai si è rifiutata di pagare. La società replica che per legge le videolottery non possono erogare vincite superiori a 500 mila euro. Sempre a Ostia, ieri, un’anziana ha vinto 494 mila euro di jackpot, ma anche quella vincita sarà passata al vaglio dell’organizzazione.

@ilgazzettino.it

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...