Perche la vita non ha senso se non la racconti a qualcuno…

Sulla strada per… Euro 2012

«Stai in guardia dalle ucraine»:
lo spot genera un incidente diplomatico fra Olanda e Ucraina

La réclame olandese «fallo stare a casa» invita le donne del Paese dei tulipani a non far partire i mariti per Euro 2012
Lo spot che invita le olandesi a non far andare i propri mariti in Ucraina per i prossimi europei di calcio provoca un incidente diplomatico nel Vecchio Continente. Sei anni fa, pochi mesi prima dei Mondiali di Germania, ebbe un gran successo una simpatica réclame dell’Ente del turismo svizzero che consigliava alle donne europee, “vedove per un mese a causa della rassegna calcistica”, di trascorrere qualche settimana di relax in Svizzera dove avrebbero trovato giovani belli e forti, attratti più dalle donne che dai Mondiali. A distanza di più di un lustro, una nuova rèclame, che ha ancora una volta come sfondo un’importante competizione sportiva (questa volta si tratta di Euro 2012), fa parlare di sé tanto da scatenare grandi polemiche tra due nazioni europee. Si tratta dello spot “Fallo stare a casa” , ideato dalla compagnia energetica olandese NLEnergie che si rivolge direttamente alle donne olandesi e insistendo sul pericolo della promiscuità della ragazze ucraine e sulla loro abilità seduttiva, le invita a trattenere nel paese dei tulipani i propri compagni per non perderli per sempre.

IL FILMATO – Nello spot, già in onda su cinque emittenti olandesi, si vede una donna che, mentre il suo compagno guarda una partita di calcio in televisione, scrive su Google “donna ucraina”. Dopo aver digitato solo le prime tre lettere, sul desktop compaiono innumerevoli foto di bellissime ragazze dell’Europa dell’Est in pose provocanti. Una voce fuori campo annuncia il pericolo delle ragazze ucraine, pronte a sedurre gli uomini occidentali e consiglia alle olandesi di comprare un distributore di birra alla spina appena prodotto dalla NLEnergie per scongiurare il pericolo: il congegno aiuterebbe i loro mariti a godersi gli europei direttamente da casa. La réclame ha fatto letteralmente infuriare il governo ucraino e ha causato un incidente diplomatico tra il paese dell’Europa orientale e l’Olanda. Olexander Horin, ambasciatore ucraino ad Amsterdam, ha dichiarato di essere rimasto offeso dall’immagine del suo paese che si ricava dallo spot: “Ho chiesto alla compagnia energetica di ritirare immediatamente lo spot – ha dichiarato l’ambasciatore – E’ offensivo sia nei confronti degli ucraini sia nei confronti degli olandesi e offre un pessimo messaggio ai cittadini di entrambi i paesi.”

CLICHE’ – Harald Swinkels, Ceo della compagnia energetica tenta di smorzare le polemiche con parole concilianti: “Nello spot cerchiamo di essere ironici giocando su alcuni cliché, ma la reazione dell’Ucraina mi sembra sproporzionata – dichiara Swinkels – Si tratta solo di una pubblicità ed essa non impedirà a tanti nostri connazionali di raggiungere l’Ucraina per sostenere la nostra squadra di calcio. Cercherò di spiegarlo all’ambasciatore ucraino appena lo incontrerò”. Al di là delle polemiche legate allo spot il problema della prostituzione femminile resta un vero dramma per il paese orientale e sembra che l’Europeo non migliorerà le cose. Anzi. Sono mesi che le femministe ucraine denunciano il pericolo che il torneo calcistico e l’arrivo di migliaia di tifosi stranieri possano aumentare in maniera esponenziale la prostituzione nel paese. Numerose attiviste come il gruppo Femen hanno chiesto ai dirigenti della Uefa di condannare espressamente il turismo sessuale e hanno invitato gli occidentali a star lontani dai bordelli.

Francesco Tortora @corriere.it

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...