Perche la vita non ha senso se non la racconti a qualcuno…

Cagliari vs Juventus

Che prezzi! Cellino contestato dai tifosi torinesi

E intorno al tavolo della trattoria i supporter piemontesi e quelli sardi fraternizzano
Scudetto bianconero. Il tricolore arriva al “Rocco”. Dodicimila in festa.”163 euro per me e 100 per il bambino. Bravo Cellino!” il drappo di un papà sul prezzo dei biglietti in tribuna Colaussi. Proporzione nitida: 20 bianconeri per ogni tifoso rossoblù. La curva juventina insulta Cellino e i sardi. “Gobbi di merda” e “Attento Conte: se torna la bora, diventi calvo in mezzora” chiosano i sostenitori del Cagliari. Pochi ma buoni. La forza dell’amore/1. “Che possa vincere, ma se non riuscissi; che possa tentare con tutte le mie forze”. Il motto dei ragazzi di Special Olimpics. Una bella battaglia. Anche ieri a Trieste, al seguito di Cossu e soci. Con i tifosi speciali. Strafelici. Serata no. “Cucire lo scudetto alla Juve con un gol in fuorigioco e un’autorete non è il massimo” l’sms dei tifosi in tribuna Pasinati. “Cossu doveva giocare da subito” attacca un abbonato. Serataccia. Anche per Ficcadenti. La forza dell’amore/2. Trattoria a pochi passi dal “Nereo Rocco”. Tavolata di tifosi bianconeri: operai Fincantieri di Monfalcone, emigrati dalla Campania. Cantano “Forza Juve”. Giuseppe, 25 anni, di Giba, disabile: “Alé Cagliari, alé alé”. Gli juventini lo abbracciano. Con tanto di pacche e foto ricordo. Il potere della genuinità. Corsa sul Carso. La Bavisela di Trieste? Fascino e tremila iscritti. Arrivo in piazza Unità d’Italia: la più grande sul mare in Europa. “La Bavisela saluta i tifosi di Cagliari e Juve” dice lo striscione. Aria di festa. Stefano Baldini, maratoneta d’oro ad Atene 2004, saluta Del Piero. Col pettorale numero 700 un cronista sardo, Carlo Alberto Melis. Atletica, bici e Iron Maiden. In bocca al lupo. Romagnolo doc. “Cagliari? Ci ho lasciato il cuore”. Daniele Arrigoni, il tecnico del primo anno in serie A, 2004/05. L’anno di Zola e Suazo, Esposito e Langella. Ieri, al “Rocco”. Reduce da una sfortunata esperienza nella sua Cesena. “Il futuro? Aspetto e mi godo la famiglia”.

Mario Frongia @castedduonline.it

CHE VANDALI – Tifosi Juve devastano lo stadio di Trieste.
E il Cagliari paga a caro prezzo…

Secondo una prima stima, sono stati rotti o bruciati complessivamente una ventina di sedili nelle due curve, diversi pannelli divisori in plexiglas e una rete di protezione. Ma non solo

Emiliano Edera, assessore comunale allo Sport di Trieste, facendo il punto sui danni provocati ieri sera allo stadio di Trieste in seguito all’invasione di campo con cui i tifosi juventini hanno festeggiato la conquista dello scudetto fa sapere che “sarà il Cagliari a pagare i danni causati dai tifosi allo stadio Rocco. Il Cagliari aveva stipulato una polizza fideiussoria – ha aggiunto Edera – proprio su richiesta del Comune di Trieste per tutelarsi di fronte al rischio di inconvenienti del genere”.
Secondo una prima stima, sono stati rotti o bruciati complessivamente una ventina di sedili nelle due curve, diversi pannelli divisori in plexiglas e una rete di protezione, mentre sono state asportate – come “souvenir” dello scudetto – le bandierine dei calci d’angolo, la rete della porta difesa da Buffon nel secondo tempo e l’intera panchina che ospitava la Juve. Asportati anche 30 metri quadrati di zolle del manto erboso. Piccoli danni si segnalano anche all’interno dello spogliatoio bianconero.
I tecnici del Comune formalizzeranno al più presto una stima economica dei danni, che potrebbero superare di poco i 50mila euro.

Annunci

Una Risposta

  1. Tauro

    Stile giuvendus!Nel vero senso della parola e cioè dispregiativo da un gregge di Agnelli che fanno sfoggio della terza stella più falsa dei capelli di Conte cosa c’è da aspettarsi se non questo tipo di educazione,dopo tutto il loro slogan è: “vincere non è importante è un obbligo” (Moggi lo ha interpretato alla lettera).Il povero Pierre de Coubertin si rigira nella tomba quando sente la parola juve!
    Juventùs bruciata!!

    16 maggio 2012 alle 2:32 am

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...