Perche la vita non ha senso se non la racconti a qualcuno…

Pescara vs Inter

Arriva l’Inter a Pescara, 90 minuti di paura
e insulti allo stadio e la polizia fa nulla

Minacce di violenze e stupri dai tifosi del Delfino

Salve,vorrei segnalare quanto accaduto durante la prima partita di campionato a Pescara (Pescara-Inter).

C’è da premettere che l’organizzazione è stata scadente, nel settore dove ho acquistato il biglietto (tribuna adriatica, ovvero i distinti) c’erano solo 2 poliziotti che non si sono neanche avvicinati agli ingressi per “ragioni di sicurezza” (la polizia che non si avvicina per ragioni di sicurezza?!?!) dato che ne erano pochi e per 24.000 posti c’erano 350 steward (la maggior parte delle quali sembravano ragazzine quasi indifese).

Ai distinti come voi saprete hanno accesso i tifosi di entrambe le tifoserie e dato che allo stadio del Pescara per qualche misterioso motivo sono state affidate ai tifosi di casa entrambe le curve, noi che eravamo lì per l’Inter siamo andati lì.

Durante l’intera partita c’è stata una vera e propria caccia all’interista, io sono stata insultata per 45minuti con parole grosse (pu**ana, zo**ola, hanno minacciato di ammazzare me e il mio ragazzo, di aspettarci fuori per menarci, etc etc) solo perchè indossavo una sciarpa dell’Inter, poi sono stata costretta ad abbandonare il posto che ho pagato per sedermi lontano sulle scale con il mio ragazzo che è anche invalido e non poteva proprio stare lì ma l’ha fatto per me. Hanno minacciato per l’intera partita un’altra ragazza interista (che tra l’altro non aveva neanche un accessorio dell’inter) dicendo che l’avrebbero stuprata dopo aver massacrato il suo ragazzo, che sarebbero morti di cancro e non stò a specificare le cose più volgari e gravi. Poi altri gruppi hanno setacciato l’intero settore minacciando chiunque avesse addosso qualcosa dell’Inter, una ragazza è stata costretta dai tifosi a tornare in macchina durante la partita (tra l’altro la macchina era anche lontanissima) per andare a prendere la giacca per coprire la maglietta altrimenti gliel’avrebbero tolta e l’avrebbero strozzata, un ragazzino di neanche 14 anni è stato minacciato da gente che superava i 40 anni per la sciarpa e l’hanno costretto a toglierla e così via, non racconto tutti i fatti accaduti altrimenti dovrei scrivere chilometri. In tutto questo, ho provato a rivolgermi alla polizia che mi ha liquidata, agli steward che hanno detto che non è compito loro e anzi hanno detto la colpa è mia perchè ho indossato una sciarpa dell’Inter e che dovevamo abbandonare lo stadio 20 minuti prima.

E’ stata un’esperienza da incubo, alcune persone hanno lasciato lo stadio, altre i posti, una madre chiedeva aiuto agli steward perchè il suo bambino era piccolo e non si sentiva più al sicuro; anche perchè due tifosi hanno scavalcato indisturbati dalla curva ai distinti per venirci ad insultare da vicino. 

In tutto questo non c’è stato un minimo di appoggio nei nostri confronti, niente. Anzi eravamo considerati colpevoli di non tifare Pescara.

Siamo tornati tutti scossi a casa, alcuni avevano paura ad uscire dallo stadio per quello che poteva succedergli dopo le minacce ricevute… Dovevamo tifare di nascosto, assolutamente vietato esultare per i goal dell’Inter… una vera vergogna. 

90 minuti di paura…prigionieri in luogo che avrebbe dovuto essere un luogo di festa.

(lettera firmata) @abruzzo24ore.it

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...