Perche la vita non ha senso se non la racconti a qualcuno…

Sassi Maledetti

Prendono sassi sull’Etna come souvenir
Poi li spediscono indietro: «Sono maledetti»

Due turisti olandesi hanno inviato ad un albergatore di Nicolosi un pacco con le pietre. «Le rimetta al loro posto»

CATANIA – Hanno percorso 2.400 chilometri, viaggiando a piedi ed in aereo, per poi ritrovarsi nuovamente al punto di partenza. O quasi. È una storia a lieto fine quella dei due sassi vulcanici «rapiti» da una coppia di turisti olandesi lo scorso settembre. Korina e Sander, questo il nome dei sequestratori reo confessi, avevano infilato i due frammenti di roccia lavica nello zaino durante un’escursione in alta quota, con l’intenzione di portali a casa come souvenir. Finita la vacanza, però, sono stati assaliti dal rimorso per averli strappati al loro habitat naturale ed hanno deciso di rispedirli in Sicilia tramite posta aerea. Nell’insolito pacchetto c’era anche una strana lettera d’accompagnamento.

LA MALEDIZIONE DEL VULCANO – «Dice che lo scorso settembre hanno preso due sassi sull’Etna. Arrivati in Olanda però, – racconta incredulo Alessandro, gestore della pagina Facebook dell’hotel Corsaro di Nicolosi – hanno sentito dire che porta sfortuna prendere pietre da un vulcano e portarle nella propria casa. Ci chiedono gentilmente di rimetterle a posto. La cosa che mi inquieta è che non mi dicono esattamente dove devo ricollocarle…». Il rischio, adesso, è che la maledizione del vulcano possa sprigionarsi da un momento all’altro con conseguenze a livello internazionale. «Credo le abbiano prese a 3000 mt- prosegue Alessandro- quindi è importantissimo ritornino lì». Chi è disposto a compiere l’eroica impresa?

Andrea Di Grazia @corriere.it

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...