Perche la vita non ha senso se non la racconti a qualcuno…

La squalifica di Arcidiacono

ARCIDIACONO: DOPO IL DASPO, UN ANNO DI SQUALIFICA

LEGA NAZIONALE DILETTANTI

A CARICO CALCIATORI NON ESPULSI DAL CAMPO 
SQUALIFICA FINO AL 20 LUGLIO 2013 
ARCIDIACONO PIETRO ( NUOVA COSENZA CALCIO SRL) 
Dopo aver realizzato una rete raggiungeva la propria panchina per ricevere gli abbracci dei compagni di squadra e dei componenti la panchina stessa. Si dirigeva, quindi, verso la postazione di una emittente televisiva nazionale esibendo una maglia recante, a caratteri cubitali, una scritta (SPEZIALE INNOCENTE) esaltante l’autore di un gravissimo episodio di violenza (verificatosi al termine di una gara di calcio) nei confronti del quale è intervenuta sentenza irrevocabile di condanna per omicidio preterintenzionale di un Funzionario della Polizia di Stato. Sanzione così determinata sia in considerazione della estrema gravità della condotta, desumibile anche dalle particolari modalità di esecuzione, sintomatica dell’assenza nel suo autore di quei principi e valori, delineati nell’art. 1 del C.G.S., che devono, sempre e comunque, soprintendere ad ogni attività sportiva; sia in considerazione della oggettiva idoneità di tale condotta, stante la ripresa in diretta TV della gara, a raggiungere un elevato numero di persone ed a sollecitare nei soggetti più deboli ed influenzabili riprovevoli ed aberranti spiriti di emulazione.

Tutto questo accanimento verso una persona, che non ha nemmeno compiuto reato, significa solo una cosa: hanno paura! Hanno paura che emerga la verità, hanno paura di dover rendere conto di due innocenti in galera, hanno paura di quelle che possono essere le reazioni della gente sempre più esasperata…

Nel corso degli anni ci sono stati movimenti di opinione che hanno proclamato l’innocenza di personaggi più o meno discutibili, da Pietro Pacciani ad Erik Priebke; mai nessuno per questo è stato punito proprio in nome della “libertà d’espressione”. Ora però il vento sta cambiando, la libertà che per molti di noi era un valore imprensindibile, qualcosa di scontato, sta pian piano venendo meno: lo vediamo nel daspo ad Arcidiacono e nelle proposte di estendere il Daspo alle manifestazioni di piazza, lo vediamo quando la vedova di un agente di polizia morto in circostanze quanto meno sospette si scaglia contro un normalissimo gioco da tavolo, lo vediamo quando un organismo blocca a piacimento le trasferte e gli spostamenti dei tifosi. Lo vediamo, nel nostro piccolo, quando un gruppo di tifosi si trova a bordo di un pullman diretto nella città in cui gioca la propria squadra viene fermato e diffidato in massa senza alcun motivo.

Tutto questo in un paese normale si chiama STATO DI POLIZIA, un aspetto che sfugge a molti “garanti” della libertà quando fa loro comodo, salvo applaudire queste assurdità perchè “ci vogliono regole più severe” quando ad essere colpito è uno che non sta loro troppo simpatico. Ognuno guarda il proprio orticello, facendo il gioco di chi in queste situazioni ha solo da trarre vantaggi personali.

L’augurio è che un tribunale possa mettere fine a questa pagliacciata, riabilitando il buon Arcidiacono che non ha fatto nulla di sbagliato, anzi. L’unico errore, ma li non si tratta di errore ma di imposizione, è la conferenza stampa convocata ieri in cui “si scusa con tutti”. Non ha nulla di cui scusarsi uno che esprime la propria opinione sull’innocenza di una persona. Ma in questo caso, si è capito perfettamente, è stata una mossa imposta da “qualcuno” dopo avergli fatto abbondantemente paura…

@tribunafattori

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...