Perche la vita non ha senso se non la racconti a qualcuno…

Juventus vs Torino

“Tre tifosi, due juventini e uno del Torino, sono stati arrestati ieri sera dalla polizia fuori dallo Juventus stadium di Torino per tafferugli avvenuti prima del derby vinto dai bianconeri. Devono rispondere dei reati di rissa aggravata, resistenza e lesioni.

Feriti un sostenitore juventino, uno steward della società bianconera e tre agenti della Digos. Ieri sera un corteo di circa 700 supporter granata, di cui alcuni incappucciati e armati di cinture è stato respinto prima che raggiungesse il settore degli juventini…..”

@rainews24.it

https://fbcdn-sphotos-f-a.akamaihd.net/hphotos-ak-snc6/179393_394255903986436_1886550735_n.jpg

Juventus Stadium, striscione vergognoso:
oltraggio alla tragedia di Superga

TORINO – «È un fatto grave che purtroppo è già accaduto», ma «sono in corso accertamenti per accertare chi ha esposto lo striscione e per capire come è entrato». A dirlo è Roberto Massucci, portavoce dell’Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive, parlando dello striscione oltraggioso sulla memoria della tragedia di Superga esposto ieri nel corso del derby di Torino. «Come è entrato? Ci sono tanti sistemi. A volte vengono portati a pezzi, a volte entrano in stadi che non sono adeguatamente gestiti prima della partita -ha spiegato Massucci-. Ci sono accertamenti in corso e si lavorerà per accertare chi ha esposto lo striscione e per capire come questo striscione è entrato. Le norme ci sono e le tecnologie anche, quindi cerchiamo di dare delle risposte. Fino ad oggi è sempre stato così. Fino ad oggi tutti coloro che hanno commesso illegalità all’interno dello Juventus Stadium sono stati identificati». Massucci ha poi ricordato che è stata varata una normativa «che impone un meccanismo autorizzatorio che fa capo alle società sportive e che deve servire a verificare che non ci siano messaggi negativi o offensivi, che ci sia posto negli stadi e che siano anti-incendio. Chi infrange queste regole crea delle situazione di pericolo oltre che di vergogna», aggiunge. In passato le regole sono state bollate come liberticide. «Credo che ci sia un problema abbastanza diffuso sul quale stiamo lavorando e sul quale bisogna che tutti mettano impegno in maniera decisa che è la consapevolezza che per andare allo stadio bisogna rispettare le regole. Mi sembra che anche in chi commenta le regole che facciamo ci sia un pò di leggerezza. La legalità e il rispetto delle regole sono cose troppo importanti per essere liquidate in chiacchierate da bar e mi riferisco a chi aveva bollato come liberticida la normativa sull’ingresso degli striscioni negli stadi», conclude Massucci.

@gazzettino.it

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...