Perche la vita non ha senso se non la racconti a qualcuno…

calcio messicano

Coppa America

Con la coppa america alle porte i giocatori messicani hanno fatto un pò di festa…

Coppa America, prostitute in stanza: sospesi 8 giocatori del Messico

CITTA’ DEL MESSICO, 28 GIU – La Nazionale del Messico ha escluso otto giocatori colpevoli di aver tenuto un comportamento ”indisciplinato”. Gli otto – che avrebbero dovuto partecipare alla Coppa America – hanno permesso ad alcune donne (secondo la stampa messicana prostitute) di entrare nelle stanze d’albergo di Quito che ospitava la squadra. Nell’hotel erano poi avvenuti dei furti, con la sparizione denaro e materiale elettronico.
I giocatori puniti sono Israel Jimenez, Nestor Vidrio, Jonathan Dos Santos, Marco Fabian, Jorge Hernndez, Javier Cortes, Nestor Caldern e David Cabrera. La Federcalcio messicana li ha puniti con sei mesi di squalifica ed un’ammenda di 4.170 dollari. La ”violazione del regolamento” e’ avvenuta dopo un incontro amichevole disputato sabato scorso contro la nazionale dell’Ecuador. La direzione dell’albergo si era affrettata a declinare ogni responsabilita’ per l’ingresso non autorizzato delle donne (testimoniato dal via vai immortalato dalle telecamere a circuito chiuso) ed i furti.
Il Messico, che di recente ha vinto la Gold Cup, aveva deciso di inviare alla Coppa America – in Argentina dal primo al 24 luglio – una selezione di giovani, sotto i 21 anni, con l’aggiunta di cinque ‘anziani’.
E’ la seconda volta che il Messico incappa in uno scandalo a sfondo sessuale. Lo scorso settembre 11 giocatori – tra i quali Carlos Vela (Arsenal) e Efrain Juarez (Celtic Glasgow) – erano stati squalificati sei mesi e multati dopo una ”festa non autorizzata” con prostitute e travestiti.

Calcio Messicano

Ingresso vietato per eccesso di topless. E’ la decisione presa dal presidente del Monterrey nei confronti dell’americana Leah Spencer, tifosissima del club messicano, con un curioso modo di festeggiare i suoi beniamini mentre è allo stadio.
La Specner, infatti, si solleva la maglietta e mostra il generoso decolleté dagli spalti.
La “sexy-ola” della tifosa in occasione della gara contro il Cruz Azul non è passata inosservata ed è presto diventata un “cult” su internet.
La Spencer è diventata subito un’attrazione per gli altri tifosi, che si sono messi in fila per una “foto ricordo”.
La dirigenza del club, però, non ha gradito e ha deciso di impedire l’ingresso allo stadio all’americana.
La tifosa in topless ci è rimasta male, come spiega suo marito. «Non credo che questo sia il modo di trattare una straniera -ha detto- Il Messico è molto meglio di questo».
Delusi anche i fan, che hanno provato a far entrare Leah allo stadio, ma senza successo. La Spencer è stata anche arrestata dalla polizia per “disturbo alla quiete pubblica”, e poi rilasciata dopo aver pagato una multa di circa 30 euro.