Perche la vita non ha senso se non la racconti a qualcuno…

luciano ligabue

09/06/2007

Tante cose da dire…come sempre…era da un po che non scrivevo…mi ero tante volte ripsomesso di inziare ma alla fine come al solito nulla di fatto…partiamo dall’ultima volta che ho finito di scrivere…sabato sera torno a casa che inizia a diluviare…la voglia di uscire e’ poca ma alla fine si esce lo stesso..poca voglia generale di fare qualcosa e cosi si opta per una guinness che non guasta mai al white harp…una guinness tira l’altra se poi c’e il classico concorso a premi truccato…lo stesso metodo della festa di san patrizio…se li conosci vinci se no attaccati al cazzo..ma il prossimo anno col cazzo che mi fregano…cmq stranamente nessuno vince un cazzo..se non forner con una scheda procuratagli da una sua amice che guarda caso e’ seduta al bancone…ma che caso…bon alla fine verso mezzanotte mi chiama asca nuova meta…motta di livenza…arriviamo in sto posto dove praticamente non c’e nessuno…bon allora nuova meta Lignano…va beh se guidano gli altri…e giu via..alla fine birretta al tenda anzi al lele’s chiosco tranquilla tranquilla…e nonosante la pioggia il posto e’ pieno…bon allora optiamo per la penultima a sabbiadoro..il centro e’ tutto pieno…dopo un po mi accorgo che sono tutti crucchi giu per la pentecoste…uno e’ talmete lancisto che si mette a fare il bagno nella fontana in piazza…mentre2 pattuglie della polizia se ne stanno tranquillamente nella rotonda prima…mah…alla fine alcuni optano per un kebab..piatto caratteristico lignanese…spero si dica cosi e poi dopo una passeggiatina torniamo verso casa…grande dormita e via…Domenica mattina partenza presto..c’era cantine aperte…decido anche di guidare..ma che bravo…bon prima cantina “sbaiz” dalle parti di camino …grande bevuta…i tipi non ci volevano lasciar andar via …e fuori inizia a diluviare…non e’ un bell’inizio visto che dovevamo puntare alla grigliata in parcheggio…bon partiamo e c’e la solita sosta in una frasca da quelle parti…soliti tagli pieni zeppi di buon vino e via verso l’una dopo un bel po di giri ripartiamo…mentre la strada scorre breve sosta alla rotonda sul verde e qui inizia il delirio..partiamo lasciando il povero ruben sotto la pioggia dopo un 200 metri torniamo indietro mentre fuori sta gia diluviando…lo raccogliamo e per fare manovra arrivo fino alla cantina che c’e da quelle parti…bon decido ci fermiamo e spavaldo lancio un se si paga pago io…dio bon casulamente si paga..3 euro 3 tagli …offerta minima pero’ ti omaggiano di un fantasctico bicchiere…va beh..beviamo un paio di vini tipici…facciamo un po di conoscenze in giro poi ripartiamo in direzione stadio.Arriviamo allo stadio e gia inizia a diluviare…il tempo ideale per la nostra grigliata…ma non ci perdiamo d’animo…prendiamo posto nel sottopassaggio accanto ai club…la partita inizia e noi parallelamente iniziamo la nostra grigliata…l’udinese incappa nell’ennesima sconfitta e spinto dall’alcool entro a fare un giretto nei dintorni dello stadio poi vista la desolatezza che c’e ce ne usciamo e ritorniamo verso la grigliata…il pomeriggio scorre e l’alcool lo accompagna …alla fine finisce anche il campionato..con la retrocessione del chievo..la famosa favola veronese e’ finita…quasi quasi sono contento..a verona abbiamo sempre perso…e loro mi pare che qua faciano un po troppo gli sboroni…e noi si rimane l’unica squadra del triveneto in serie A…ela trasferta piu vicina adesso sara bergamo…cmq mentre siamo la nel sottopasso faccio anche conoscenza con un ragazzo che e’ venuto giu da stoccarda perche diffidato nel suo paese..prima mi chiede come mai siamo senza bandiere poi gli spiego con un inglese molto stentato delle nuove leggi italiane e poi finalmente intervengono a darmi una mano in tedesco…gli facciamo dono di una sciarpa del gruppo e poi lo accompagno in stazione omaggiandolo di un paio di birre per il viaggio…ben 14 ore in treno..una decina di treni e menate varie..nel frattempo nel sottopasso arrivano anche malesani e de sanctis ..verso le otto parto in direzione stazione dove manco a dirlo il treno ha circa 30 minuti di ritardo e cosi mi spiega della loro ammirazione per il tifo italiano e per la sua mania per le curve piccole dove si vede il vero tifo…con la promessa di rivederlo al nostro torneo lo saluto e ritorniamo allo stadio dove ormai rimaniamo in pochi tra un malesani e un paio di partite a morra anche i club se ne vanno lasciando il frigo pieno di carne e noi dopo aver fatto un po di pulizia in giro rientriamo verso casa dove arrivo verso l’una di notte…e da lunedi grande vacanza a lignano ..tempo di merda..solo mezza giornata si sole …per il resto tempo di merda…pioggia a film a manetta..ho anche finito il libro della dea di cui parlero piu avanti…per il resto venerdi e’ anche venuto a trovarmi il ciccio e abbiamo passato una serata cosi tra alcool e sigarette..sabato la mattina siamo andati a fare un giro nelle vecchie colonie dove la sorella aveva organizzato un torneo ..gradissime c’erano delle bambine che facevano i cosi delle loro citta e noi in mezzo …le migliori le napoletane a cantare voi non siete napoletani..scusa se me ne vanto…poi visto il tempo di merda che c’era il pomeriggio me ne sono tornato in direzione pn …sabato sera tranquillo tranquillo pizza e poi coneegliano ma nulla di speciale…domenica sveglia presto ed ennesima partita …ci ritroviamo in sei di noi in direzione gradisca…prima sosta a codroipo dove un signore per chiedere la razza del cane se ne esce con un “ma che marca e’ quel cane???” tutti fissati con le brand…mah..cmq dopo un pranzo a base di pesce…andiamo in direzione gradisca..dovevano essere presenti 500 siracusani ma dalle voci di paese il loro volo e’ saltato e cosi il numero e’ notevolmente ridotto…

Appena arriviamo femono per farsi sentire chiedendo allo speaker di levare l’audio e appena la partita inizia partono con i loro cori ma dopo un buon inizio si iniziano a spegnere e calano vistosamente…per il secondo tempo quando il gradisca segna addirittura rimangono in silenzio nonostante il buon numero dei presenti…per il resto nessuna bandiera al seguito…poco colorati..la partita finisce e noi si ritorna verso casa con un’ultima tappa in frasca…e poi da lunedi di nuovo al lavoro…e cosi per ancora un 2 settimane e poi si ritorna in ferie sperando che il tempo sia clemente…per il resto a udine tra la societa e il comune e’ successo un po di tutto..prima era venuto fuori che si rischiava di giocare le prime 10 partite a bologna se non partivano i lavori per lo stadio poi adesso il tar ha dato ragione all’udinese calcio quindi il comune deve cacciare fuori i bes invece di fare i solti cartelli…

e cosi adesso dopo che si erano date disponibili sia bologna che trieste per ospitare la squadra nelle partite “casalinghe” adesso il comune sembra disponibile a fare i lavori in tempo…mah..malesani e’ stato mandato a casa al suo posto Marino..iaquinta verso i gobbi..pinzi forse verso torino e muntari ormai e’ gia partito in inghilterra …anzi tappa in ghana dove ha mandato 2 belle gippettine tramite la dogana di pordenone una per lui e una per la compagna…la prossima settimana vediamo se riesco a trovare anche il modello…per il resto in arrivo nessuno…e mentre Paris hilton entra ed esce dalle carceri manco dovesse andare ad una festa…qualcuno se la passa decisamente peggio..ecco cosa hanno letti alcuni tifosi del bologna davanti ai loro giocatori interrompendo l’allenamento per alcuni minuti…

Oggi mercoledì 6 giugno 2007, a due mesi esatti di distanza dai fatti di Bologna-Napoli, blitz a Casteldebole di un centinaio di ultras della Curva Andrea Costa con interruzione di 5 minuti dell’allenamento del Bologna FC per consegnare e leggere ai giocatori a all’allenatore Cecconi il comunicato riportato qui di seguito. Sulla tribunetta esposto lo striscione “fuori gli ultras dalle galere”, accese alcune torce accompagnate da cori a tema.
Cominciamo dicendovi grazie e chiedendovi 5 minuti….
Grazie per starci ad ascoltare e 5 minuti per leggere questo comunicato

Difficile concentrare in una manciata di secondi e in un solo foglio tanti pensieri e tante cose da dirvi… però ci proviamo, sapendo che è un’occasione importante sotto tanti punti di vista.Noi siamo “quelli della curva”, ”quelli che ci sono sempre” quelli che in tanti credono criminali e delinquenti ma che sono semplicemente ultras e sono orgogliosi di esserlo…Noi siamo quelli che non possiamo più portare allo stadio le nostre bandiere, i tamburi e i megafoni… perché adesso questa è la legge e su questa legge lasciamo a voi ogni commento e ogni giudizio …Noi siamo quelli che non possiamo più esporre in curva nessuno striscione né con i nomi dei nostri (storici) gruppi né con qualsiasi altra frase, e non importa che non si tratti di frasi offensive o violente… un po’ di settimane fa FUORI dalla curva avevamo appeso lo striscione con il testo dell’art. 21 della Costituzione che sancisce la libertà e il diritto di parola e di espressione con ogni mezzo…: questo striscione ci è stato staccato perché… perchè adesso questa è la legge….Noi oggi siamo qua in delegazione per spiegarvi un po’ di cose: ma da questa nostra delegazione mancano 4 persone… 4 amici che sono in carcere da due mesi, 4 ragazzi che sono stati arrestati dopo quella partita maledetta (per noi e per voi) che è stata Bologna Napoli del 6 aprile: arrestati per una rissa più presunta che reale dove nessuno si è fatto (fortunatamente) del male, dove di fatto non è successo proprio niente o dove, se vogliamo analizzare i “fatti reali”, sono stati i “tifosi ospiti” a organizzare gruppi non proprio pacifici e arrivati fino a pochi metri dalla curva; e questo non lo diciamo noi, che potremmo essere tacciati di falsare la realtà ed essere assolutamente di parte, ma lo hanno visto decine e decine di “persone tranquille e per bene” che stavano andando allo stadio e di commercianti con la propria attività sulla via Andrea Costa… Noi siamo quelli che non chiedono immunità e che hanno sempre accettato, subito e pagato le conseguenze dei propri gesti (spesso anche di quelli mai compiuti) e comportamenti con anni e anni di diffide: ma crediamo sinceramente che siano ben altri i reati che comportino mesi e mesi di galera: basta leggere i quotidiani, basta guardare un telegiornale… Ma che giustizia è mai questa? Ma come e soprattutto perché dovremmo accettarla? Perché questo accanimento giudiziario in confronto a fatti minimi e in un contesto calcistico (quale quello di bologna) non certo violento o ad alto rischio ? Cosa succederebbe se a bologna mettessimo in atto quello che altre città e altre tifoserie hanno fatto davanti a “presunti torti calcistici” subiti dalle loro squadre? Se basta una “non-rissa” per stare mesi in carcere, quanto costerebbe bloccare l’autostrada o la stazione? Eppure illustri giornalisti di bologna ci avevano sollecitato a farlo e ci hanno criticato apertamente per non averlo fatto….Noi siamo quelli che hanno il Bologna nella testa e nel cuore, che i soldi delle ferie li mettono nelle trasferte, che non gliene frega niente degli schemi e del gioco, che non chiedono di vincere sempre (in quel caso tiferemmo juve o milan e ce ne dovremmo vergognare a vita) ma chiedono solo il massimo dell’impegno e del rispetto per la nostra maglia: noi siamo quelli che vorremmo tifare per voi dal 1° all’ultimo minuto e anche un po’ prima e un po’ dopo …e vorremmo farlo non perché, a più riprese, ce lo avete richiesto, ma perchè stiamo male a non farlo, perchè anche se non possiamo + portare nulla della nostra storia e dei nostri colori all’interno della curva non vogliamo arrenderci… Noi siamo quelli che però non possono e non vogliono fare finta di nulla davanti ad una “giustizia cosi ingiusta”,davanti a fatti troppo gravi per essere accantonati, davanti a 4 amici che si sono già fatti migliaia di ore di carcere… ma per cosa? Ma perché?Ecco perché abbiamo scelto, da parecchie settimane, di “non tifare per un tempo” e di iniziare il “tempo in cui si tifa” con cori che chiedono giustizia…. Ecco perché noi siamo qua oggi: sappiamo bene che regole Federali e Societarie Vi impediscono di schierarvi apertamente dalla nostra parte; ma sarebbe già importante sapere che condividete il nostro comportamento e capite che non è contro di voi, ma contro un qualcosa che nessuno, ma davvero nessuno, può chiamare giustizia: provate solo per un minuto a pensare a quante ore e giornate sono passate dal quel 6 aprile… fate un rewind mentale di quante cose belle e importanti avete potuto fare in tutto questo tempo: quante volte avete scherzato con degli amici, quante volte avete abbracciato le persone che amate, quanti nuovi progetti avete iniziato…. E poi provate a pensare allo stesso periodo di tempo ma in un carcere, provate a pensare se là ci fosse un vostro amico, magari un amico che può fare ogni tanto un pò di casino, ma che non ha fatto male a nessuno e non ha fatto niente di grave: non sareste anche voi molto incazzati e non tentereste anche voi ogni strada per fare finire questa estrema ingiustizia? I 5 minuti sono passati … e allora finiamo come abbiamo iniziato: dicendovi Grazie.Gli ultras della curva Andrea Costa.

Tanta solidarieta ai ragazzi di bologna..nonostante tutto…a roma adesso al corteo no war sta succcedendo di tutto con cariche della polizia su alcuni manifestanti particolarmente violenti…in spagna l’eta ha annunciato la ripresa delle ostilita dopo alcune perquisizioni da parte delle polizia ..in italia al senato e’ successo un macello striscioni da parte di tutti..tanto la le diffide tornelli e cazzate varie non servono per loro che dovrebbero rappresentarci…

come sono bellicon i loro striscioncini…bravi bravi…il papa non se l’e passata bene…un papaboys un po alticcio ha tenato di salirgli in macchina per dimostare il suo affetto…

e nemmeno in danimarca svezia l’arbitro se l’e passata meglio…un tifroso nn contento del risultato del campo ha tentato di aggredirlo …e’ stato arrestato ed ora la sua danimarca ha perso 3 a 0 a tavolino..venendo estromessa dagli europei…complimenti a lui x il suo gesto…la sua giustificazione???avevo bevuto troppe birre…bene ora grazie a lui saranno vietate negli stadi…

ora e’ giunto il momento di chiudere…stasera pizza con quelli del corso di apprendistato e poi giu a barbeano che le tapparelle maledette sono dalle nostre parti…e domani a treviso per la partita…spettacolo la vecchia immagine del telefono trovata ieri a raspano…

Conclusione con una canzone di Luciano Ligabue…
Bar Mario Luciano Ligabue
Il buio arriva ma non e’ troppo spietato
C’e’ qualche stella e’ come un disegno spezzato.
Qualche lampione piccolo lume isolato freddo e perduto.
Le strade vuote non c’e’ neanche il classico cane
Ha vinto ancora signora televisione
Signora o troia agita il culo sembra con intenzione
Il commendatore gioca la carta sbagliata
il suo compagno proprio non l’ha digerita
pero’ sta zitto tanto con lui non si vince mai una partita
Bistecca intanto urla per una primera
e sul suo letto si sta ballando un bolero
sua moglie brucia di febbre di vita e si sta facendo le cure
La guardia si fa un caffe’ e poi se ne va
Mario da’ un colpo di straccio al banco del bar
Mario da’ un colpo di straccio al banco del bar
In quattro stanno sfasciando il bigliardino
fra lui e loro fanno un po’ troppo casino
si alza il grosso che dice: *Muti!* e poi tira via le palline
Il cavaliere torna dalla cavalcata
saluta Mario che chiede beh, com’e’ andata
lui con le dita fa un numero esagerato proprio impossibile
Dice: *Dammene una e segnamela*
Mario sputa e tira fuori i conti del bar
Mario impreca e tira fuori i conti del bar
Mario sbuffa e tira fuori i conti del bar
Il gatto segna il territorio a suo modo
che sia ben chiaro a qualsiasi altro felino
a meno che sia un bestione violento ed assassino
Si sente un tuono ma e’ solo rombo che passa
lo stereo a balla cento watt buoni per cassa
il grosso gli urla dove andare e poi gli fa anche la mossa
Tanto rombo domani ripassera’
Mario manda tutti a nanna e poi chiude il bar
Mario manda tutti a nanna e poi chiude il bar
Mario manda tutti a nanna e poi chiude il bar

Annunci