Perche la vita non ha senso se non la racconti a qualcuno…

nuovi animali domestici

Catturato uno Yeti

IN UNA CLIP DELLA TV INGUSCIA SI VEDE UN ESSERE IDENTIFICATO CON L’«UOMO DELLE NEVI»

Inguscezia, il ministro del Lavoro:
«Abbiamo catturato uno Yeti»

Il misterioso animale sarebbe stato portato in uno zoo locale. Ma non ci sono ancora prove definitive

 Stati Uniti. Poi gli avvistamenti, a decine, tra cui alcuni celebri (ve lo ricordate quello dell’alpinista Reinhold Messner sull’Himalaya?). Poi ancora le foto e i filmati a dire il vero non molto chiari e spesso poco credibili. Adesso c’è chi però dice di avere la prova risolutiva. Il ministro del lavoro dell’Inguscezia, repubblica autonoma della Federazione russa, avrebbe rivelato all’agenzia Interfax, che nel suo Paese sarebbe stato catturato uno yeti che ora si troverebbe in uno zoo locale.

TESTIMONIANZE – Non ci sarebbero testimonianze filmate del misterioso animale dietro le sbarre, un essere la cui intelligenza lo vedrebbe, secondo alcuni, come una sorta di anello di congiunzione vivente tra la scimmia e l’uomo. In compenso la tv inguscia aveva pubblicato martedì un filmato in cui si vede un cacciatore allontanare un sedicente Yeti che era stato sorpreso a divorare una pecora. Diciamolo: il filmato non è molto convincente soprattutto quando vediamo lo Yeti allontanarsi con un passo che è un po’ una via di mezzo tra Alberto Sordi che fa lo sbruffone sulla spiaggia e il Peter Sellers, che nei panni dell’ispettore Clouseau replica agli agguati del servitore Kato. Ma, chissà, il filmato potrebbe essere anche di un vero Yeti e non di un uomo in costume. Del resto, che ne sappiamo noi come cammina uno Yeti?

Marco Letizia @corriere.it


Aca Toro

Parma, toro libero in tangenziale

“Senta non so se vi hanno avvertito, ma c’è un toro libero in tangenziale”. Ha quasi del comico, se non fosse stato un concreto pericolo, quel che è avvenuto nella giornata di domenica a Parma. In una giornata grigia e nebbiosa gli automobilisti che percorrevano la tangenziale si sono visti spuntare all’improvviso un toro, che ha invaso la carreggiata e bloccato il traffico. Per diversi minuti intorno alle 15,30 panico per i viaggiatori. Avvisata la polizia municipale, i vigili sono arrivati nell’intento di allontanarlo. Un parmigiano ha immortalato la scena con il suo telefonino e il video è subito finito in rete. L’automobilista è rimasto letteralmente bloccato dal toro che si è piazzato davanti alla sua auto. “Ho provato a scendere ma era un po’ minaccioso..” spiega l’autore del video.


Fame???

Cambogia, l’alluvione fa strage di topi
e rovina la cena ai vietnamiti

HANOI – L’alluvione in Cambogia ha rovinato la cena ai vietnamiti, sterminando l’ingrediente principale di uno dei loro piatti preferiti: il topo alla griglia.
I vietnamiti, che considerano i ratti un pasto prelibato, quest’anno dovranno fare a meno delle tonnellate di roditori che arrivano nelle loro tavole, importate dalla Cambogia. Tutta colpa di una delle peggiori inondazioni che ha interessato il paese negli ultimi dieci anni: i topi sono annegati.
”Ogni anno vengono esportate 17 tonnellate di ratti in Vietnam dal valico di frontiera di Chrey Tom”, ha spiegato il primo ministro cambogiano Hun Sen. Ma ”quest’anno c’è penuria di ratti perché sono morti nelle alluvioni”.
Non ci sono statistiche ufficiali sul commercio dei topi per l’alimentazione, ma il consumo della carne di ratto non è una cosa eccezionale in Vietnam. Il paese importa roditori vivi dai villaggi cambogiani vicini alla frontiera.

blitzquotidiano.it


Attenti al cane

Dopo la scorsa settimana in cui ci si occupava del caso dell’uomo in india che sposava una mucca dopo essere stato trovato a fare sesso con lei questa volt il caso di una donna e un cane…

Irlanda, fa sesso con il suo cane e muore: era allergica allo sperma

LIMERICK, IRLANDA – Quella sua stessa passione di fare sesso con un cane l’ha uccisa. La storia, raccontata da the Journal e ripresa da Gwker, è quella di una donna di 43 anni che è morta a Limerick in Irlanda, dopo uno shock anafilattico provocato dallo sperma dell’animale con cui aveva appena avuto un rapporto.
Tutto era iniziato quando la signora aveva incontrato in chat il proprietario del cane, un uomo di 57 anni. Sean McDonnell, che ora rischia grosso.
Si erano messi d’accordo, la donna aveva confessato le sue fantasie e l’uomo aveva acconsentito a fornirle il “mezzo” per soddisfarle, ovvero il suo cane,
McDonnell adesso è accusato di “sodomia” per aver costretto il cane a compiere questo atto bestiale contro una persona, secondo una legge irlandese di fine 800 e mai applicata finora.


Felino emiliano

Torna la rubrica sui nuovi animali domestici con due notizie che segnalano la presenza di un felino nelle campagne emiliane avvistato di recente…

L’incubo del felino è tornato a colpire e minacciare le campagne ferraresi. Dopo l’avvistamento di un grosso animale (forse un puma ma ancora nessuno è riuscito a definirlo con certezza) avvenuto lo scorso 9 luglio a Vigarano Mainarda nei pressi di un distributore, lo strano felino si è fatto nuovamente vedere vicino all’argine di Francolino. Le segnalazioni dei due episodi hanno molti punti in comune. Sono stati due fratelli che abitano in via Patracchini (la strada che collega le frazioni di Francolino con Pesacra e Sabbioni) a lanciare l’allarme attorno alle ore 10.30.

«Siamo scesi in garage – dichiara uno dei due fratelli – per prendere la macchina ed uscire, ma in cortile, guardando verso la campagna che parte dal vicino argine del Po, abbiamo intravisto quello strano animale. Si era disteso nei pressi di una vigna. Sarà stato lungo circa un metro. Abbiamo visto subito che non si trattava di un cane, ma di un grosso felino e così, nell’incertezza, abbiamo chiamato il 112 per segnale l’avvistamento».

«Abbiamo preso anche il binocolo in casa – prosegue il fratello nel racconto – sembrava un puma o un leoncino, sicuramente un animale non solito nelle nostre campagne ed anche i carabinieri che sono arrivati sul posto hanno visto e confermato che si trattava di uno strano animale. Sono state allertate così anche le guardie zoologiche e veterinarie, è arrivata anche la polizia. 27.09.10

Sono in pieno svolgimento ricerche, nelle campagne tra Castel San Pietro e Medicina (Bologna) di un grosso felino, intravisto attorno alle 7 di giovedì da un camionista che stava transitando sull’autostrada A14. La prima indicazione è stata quella dell’avvistamento di un giovane leone, poi col passare delle ore si sono affiancate altre ipotesi.

Anche i carabinieri, dopo l’allarme, avrebbero visto in lontananza un animale che potrebbe corrispondere alla descrizione del camionista. Ma nelle ore successive si sono avanzate le ipotesi di una volpe o di un puma avvistato una settimana fa nel ferrarese.

Nella zona stanno partecipando alle ricerche, assieme ai carabinieri, il corpo forestale, la polizia provinciale e gli operatori del centro recupero della fauna selvatica di Monte Adone. Dopo alcune verifiche da parte dei carabinieri è stato escluso che il felino possa essere fuggito dal circo Praga attualmente a Castel San Pietro.
7.10.2010


Nuovi Animali Domestici

Entrano di diritto tra i nuovi animali domestici anche loro…le coatte….per capirle ci sono i sottotitoli…


Nuovi Animali Domestici

Ogni estate complice il caldo lo scogliemnto dei ghiacciai il nasduaq il surriscaldamneto i temporali improvvisi i fulmini le grandinate e chi piu ne ha piu ne metta siamo costrettia ritrovarci faccia afaccia con animali nuovi..che fino a poco tempo fa erano relegati nelle foto delle enciclopedie quando ancora esistevano solo quelle per documentarsi…

Il primo di questi animali di cui oggi ci avdremo ad occupare e’ un cucciolo di leone trovato lungo l’autostrada A14 nei pressi di Latisana durante uno dei controlli della polstrada a caccia di cuccioli di cani…a bordo sono stati trovati tre cittadini bulgari che invece trasportavano in una gabbietta dalle ridotte dimensioni un cucciolo di leone…

i tre sono stati condotti in arresto mentre il leone e’ stato affidato ad una struttura protetta…a palermo invece c’e una pantera che si aggira indisturbata per il quartiere Borgo Nuovo…pare che dopo numerosi avvistaamenti abbiano tentato di catturarla con una gabbia di 16 metri dentro la quale sarebbe dovuto esserci un maialino protetto anch’esso da una gabbia ma il felino non ha abboccato

l’animale pare sia stato avvistato e fotografato anche dagli uomini della forestale che stanno pattugliando di notte la zona alla ricerca dell’animale senza trovarne traccia…a pochi chilometri nelle campagne attorno all’abitato di Cefalu pare invece sia stato avvistato un pitone . Sono giunte infatti diverse segnalazioni che parlavano di un serpente lungo oltre due metri e di diametro di almeno 25 centimetri ma anche di lui per il momento nessuna traccia…risaliamo l’italia fino a Stazzano nei pressi di Alessandria dove un padrone e’ disperato per la perdita del suo piccolo boa Nino «Lo perdi di vista cinque minuti, poi gli lasci un po’ più di indipendenza, passano dieci minuti, e l’altra domenica dopo un quarto d’ora non è tornato a casa… e non l’abbiamo trovato più».Lo ha incontrato invece un muratore che guidava un furgoncino, ha visto quello che gli sembrava un bastone in mezzo alla strada, è sceso e ha dato un calcio a quella «cosa»: «Mi ha soffiato contro e si è nascosto in una catasta di legna».Il padrone  non si dà pace: «Adesso Niño sta bene in questo clima caldo-umido, avrà mangiato qualche topo. Ma quando la temperatura si abbasserà non può resistere: il freddo lo ucciderà. È buono, è come un cucciolo, veniva a letto con me e mi seguiva anche nella doccia. Gli piaceva stare sulla spalliera del letto. E lo portavo al collo. Spero solo che non gli facciano del male e che possa tornare a casa».

In liguria e’ invece solito ritrovarsi dei cinghiali a spasso per la citta…la notte scorsa nei pressi di Bergeggi, nel savoneseun cinghiale e’ stato avvistato a spasso per la spiaggia si e’ fatto una nuotata in mare un po di relax nei pressi di un ombrellone poi all’arrivo dei primi bagnanati se ne e’ tornato sui suoi passi…

ed ora con la notizia piu famosa quella che ha fatto di piu il giro dei media in sud africa due velisti sono stati attaccati da una balena che all’improvviso e’ riememersa dal mare per andare ad “appoggiarsi” sulla loro imbarcazione. La barca era stata costruita in acciaio e la barca ha resistito all’urto distruggendo solo l’albero prima di ritornare in acqua e allontanarsi …